domenica 23 giugno 2013

FESTA PATRONALE 2013



Anche quest’anno si è rinnovata la tradizione delle celebrazioni in onore di Sant’Antonio da Padova, patrono di Orta Nova. L’evento è un appuntamento importante per la cittadinanza, con la doppia veste di sacro e meramente ricreativo. Ad inizio giugno, dopo varie e travagliate discussioni e valutazioni, ha finalmente preso corpo il cartellone del programma. In linea di massima sono stati rispettati tutti i canoni di un evento che dovrà rimanere nella sostanza fedele alla sua natura di evento religioso. Ciò non toglie che nell’edizione 2013 sono state introdotte diverse novità, quali un ampio spazio dedicato a manifestazioni sportive, puramente dimostrative, di svariate discipline praticate ad Orta Nova e diversi appuntamenti culturali, tra mostre e convegni. Il taglio culturale dato alle manifestazioni di contorno della Festa è molto positivo e di ampio respiro per la settimana delle celebrazioni. Per quanto concerne invece la scelta degli ospiti canori, essa è innegabilmente vincolata dal budget a disposizione del Comitato. Quest’anno poi la decisione sull’ospite  ha avuto dei risvolti inaspettati e tinti di “giallo” !  Dopo un primo momento che correva il nome di Ron, si è improvvisamente optato per i nomi di due artisti della nuova generazione : Antonio Maggio, già vincitore di “Sanremo giovani” dell’ultima edizione del Festival e la stupenda voce di Karima. Gli ospiti si sono esibiti la sera del 14 giugno in Piazza Pietro Nenni, qui ad Orta Nova, con un’ottima presenza di pubblico e con  i due artisti che non hanno tradito le aspettative dei tanti ammiratori, molti dei quali arrivati da fuori città.
Dopo aver assistito ai quattro giorni di Festa Patronale, ai quali si è aggiunta la domenica del 16 giugno, che concerneva la premiazione delle associazioni e delle attività sportive da queste promosse, credo che il bilancio sia stato più che positivo, anche per merito dell’amministrazione comunale, che ha offerto un sostanzioso contributo. In molti hanno avuto l'impressione che la Festa è tornata o stia tornando agli antichi splendori, e questo non può essere che un bene per la comunità e la vita culturale ortese. La Regione Puglia ha dichiarato le Feste Patronali che si svolgono sull'intero territorio, come eventi di tradizione culturale di rilievo e quindi da preservare negli anni. In questa ottica si è inserita la Festa Patronale di Orta Nova che, pur tenendo conto del budget relativamente limitato, ha comunque riproposto un appuntamento che è atteso e che merita di essere protetto e anno dopo anno rinverdito, per il bene della cultura, dell'identità e della storia della nostra città. Inoltre il comitato Festa Patronale, in collaborazione col nostro sacerdote, arciprete della Chiesa Madre, Don Giacomo Cirulli, sta lavorando alla stesura di uno statuto ufficiale, che meglio identifichi e meglio guidi l'operato di chi, anche in futuro, sia impegnato nell'organizzazione di questo meraviglioso ed inalienabile evento.


Nessun commento:

Posta un commento